Martin McDonagh: un’analisi approfondita dei suoi film 

Martin McDonagh: un’analisi approfondita dei suoi film 

Oggi 26 marzo è il compleanno del commediografo, regista e sceneggiatore britannico Martin McDonagh. Vincitore del premio Oscar per il Miglior cortometraggio nel 2006 (Six Shooter) e candidato per la migliore sceneggiatura originale nel 2008 (In Bruges), dopo 7 psicopatici del 2012, McDonagh è tornato sulle scene quest’anno con il... Continua »
Quarto Potere e la rottura dell’illusione di realtà

Quarto Potere e la rottura dell’illusione di realtà

Nel cinema classico hollywoodiano (1917-1963) un film veniva considerato come un prodotto di più mestieri: registi, scenografi, sceneggiatori, ecc. facevano parte di una catena produttiva complessa (lo studio system), controllata interamente dalle case di produzione. Quest’ultime stabilivano anche lo stile delle pellicole, con alla base l’idea di rispettare l‘illusione di realtà. In... Continua »
La corazzata Potëmkin, ovvero: il trionfo del montaggio

La corazzata Potëmkin, ovvero: il trionfo del montaggio

Il cinema d’avanguardia si affermò in Russia durante il periodo della rivoluzione socialista (1917) e ne incarnava i valori di libertà, modernità e rinnovamento. I concetti chiave di questo tipo di cinema erano il “formalismo”, lo “straniamento” e la centralità del montaggio. Il formalismo è stato teorizzato da Viktor Sklovskij, secondo il quale... Continua »
Le migliori interpretazioni di Sam Rockwell

Le migliori interpretazioni di Sam Rockwell

Oggi 5 novembre, è il compleanno dell’attore statunitense Sam Rockwell. Con all’attivo più di 100 film, Sam è probabilmente uno dei migliori attori in circolazione, anche se terribilmente sottovalutato. Io ho avuto il piacere di scoprirlo alla Mostra del Cinema di Venezia, dove era in concorso con il film Tre... Continua »
Deserto Rosso: gli anni Sessanta tra paesaggi industriali e colori

Deserto Rosso: gli anni Sessanta tra paesaggi industriali e colori

Negli anni Sessanta il cinema italiano tornò sulle scene internazionali, tenendo conto delle innovazioni del Neorealismo e della Nouvelle Vague, tra cui la macchina da presa come sguardo autonomo e l’ambientazione in luoghi reali. Essendo nel periodo del boom economico, i film degli anni Sessanta trattano soprattutto dell’incertezza del quotidiano,... Continua »
Via col vento & L’inganno: 5 analogie

Via col vento & L’inganno: 5 analogie

Visionando L’inganno, ultimo film di Sofia Coppola premiato al Festival di Cannes per la Migliore regia, ho avuto una specie di dejà vu. Sarà perché entrambi sono basati su romanzi che trattano della Guerra di Secessione, oppure perché riflettono sui rapporti uomo-donna, fatto sta che mi sono trovata, in alcuni momenti, a fare dei paragoni con... Continua »