Festival di Cannes 2019: la nostra selezione

Si è conclusa anche la 72esima edizione del Festival di Cannes.
Dopo aver letto le impressioni a caldo dei maggiori critici di tutto il mondo e in seguito alla proclamazione del palmarès, abbiamo selezionato i titoli che ci interessano maggiormente e che speriamo di vedere nel corso della stagione cinematografica.

Tra i vincitori del concorso ufficiale vogliamo recuperare la commedia mista al thriller Parasite, il primo film coreano a conquistare la Palma d’Oro e già considerato il migliore di Bong Joon-Ho. Ci interessa anche il dramma in costume Portrait de la jeune fille en feu di Céline Sciamma, che per le sue tematiche si è guadagnato la Palma Queer e la migliore sceneggiatura.

Meritata la Palma per il migliore attore ad Antonio Banderas, che abbiamo visto nel nuovo film di Pedro Almodóvar Dolor y gloria (qui la recensione).

Antonio Banderas in Dolor y gloria

Stando alle recensioni dei presenti, gli altri promossi della Croisette sarebbero il noir metropolitano di Yinan Diao The Wild Goose Lake e A Hidden Life, il ritorno in piena forma di Terrence Malick che qualcuno riteneva meritevole del premio più importante.

Siamo curiosi di vedere anche Il traditore di Marco Bellocchio, che ha ricevuto 13 minuti di applausi e pareri entusiasti – anche dalla stampa estera – sull’interpretazione di Pierfrancesco Favino.

Portrait de la jeune fille en feu

Gli altri film che ci interessano nonostante siano stati giudicati dai critici con qualche riserva sono Rocketman, il biopic su Elton John di cui ha convinto soprattutto la performance di Taron Egerton, e I morti non muoiono, uno zombie-movie “simpatico ma niente di più”, malgrado il cast stellare.

Dalla Quinzaine abbiamo selezionato l’horror d’autore The Lighthouse il quale, nonostante abbia vinto il premio della critica cinematografica, ha diviso i pareri: da un lato è stato paragonato a un film di Ingmar Bergman, dall’altro accusato di essere troppo “formale”. Delude Matthias & Maxime di Xavier Dolan, ma vogliamo comunque dargli una chance.

Matthias & Maxime

Infine, non possiamo perderci C’era una volta a… Hollywood che a detta di molti sarebbe il film più romantico e malinconico di Quentin Tarantino ma soffrirebbe di un montaggio troppo frammentato, forse perché fatto in fretta e furia per essere a Cannes (tanto che il regista potrebbe tornare in sala di montaggio prima dell’uscita del film nelle sale).

Qui le date di uscita già confermate per alcuni film e, laddove non sia stata ancora rilasciata la release, chi si occuperà della distribuzione italiana:

Parasite: distribuito da Academy Two
Portrait de la jeune fille en feu: n.d.
Dolor y gloria: già al cinema dal 17 maggio
The Wild Goose Lake: distribuito da Movies Inspired
A Hidden Life: n.d.
Il traditore: già al cinema dal 23 maggio
Rocketman: 29 maggio
I morti non muoiono: 13 giugno
The Lighthouse: n.d.
Matthias & Maxime: n.d.
C’era una volta a… Hollywood: 19 settembre

Quali sono i film che andrete a vedere tra quelli presentati quest’anno al Festival di Cannes? Siete d’accordo con la nostra selezione?

Precedente Dolor y gloria - La recensione Successivo Il Traditore - La recensione