I film più attesi del 2019

Dopo aver riepilogato i migliori film del 2018, vediamo cosa ci riserva il nuovo anno.

L’autunno di questa nuova stagione cinematografica ci ha già riservato alcune conferme e qualche delusione, ma il grosso della nuova produzione cinematografica sarà distribuito a partire da gennaio, in vista degli Oscar. Ecco quali sono i film di cui prendere nota secondo Cinema, mon amour!

Avvertenza: per alcuni film non è stata ancora fissata la data d’uscita italiana; questa verrà aggiunta non appena sarà disponibile.

Leggi anche Best of 2018: i migliori film dell’anno

  • Suspiria

Data di uscita: 1 gennaio
Perché vederlo: è una rivisitazione molto personale del classico di Dario Argento che conferma il talento di Luca Guadagnino e il suo gusto estetico.

Leggi Anche Venezia 75: Suspiria – La recensione

  • Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità (At Eternity’s Gate)

Data di uscita: 3 gennaio
Perché vederlo: è un film biografico non convenzionale che tenta di raffigurare il delirio mentale di Vincent Van Gogh negli ultimi anni della sua vita. Con il vincitore della Coppa Volpi Willem Dafoe.

  • Vice – L’uomo nell’ombra (Vice)

Data di uscita: 3 gennaio
Perché vederlo: credo che siano sufficienti le incredibili trasformazioni di Christian Bale, Amy Adams e Sam Rockwell a destare interesse verso questo nuovo film di Adam McKay sull’ex vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney.

Christian Bale e Amy Adams in ‘Vice’

  • La Favorita (The Favourite)

Data di uscita: 24 gennaio
Perché vederlo: è il film più accessibile di Yorgos Lanthimos che vede una sceneggiatura brillante e un terzetto di attrici – composto da Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz – in stato di grazia. Premiato alla Mostra del Cinema di Venezia.

Leggi anche Venezia 75: The Favourite – La recensione

  • Se le Strade Potessero Parlare (If Beale Street Could Talk)

Data di uscita: 24 gennaio
Perché vederlo: dopo Moonlight, Barry Jenkins torna sulla questione razziale con una storia di ingiustizia ambientata nel quartiere di Harlem. Tratto dal romanzo di James Baldwin.

  • Il Primo Re

Data di uscita: 31 gennaio
Perché vederlo: il nuovo film di Matteo Rovere racconta la storia di Romolo e Remo prima della nascita di Roma. Recitato in protolatino, con Alessandro Borghi.

  • Green Book

Data di uscita: 31 gennaio
Perché vederlo: vincitore del premio del pubblico a Toronto, il film con Viggo Mortensen e Mahershala Ali racconta l’amicizia tra un buttafuori italoamericano e un pianista afroamericano nell’America degli anni Sessanta. Tratto da una storia vera.

  • Vox Lux

Data di uscita: N.D.
Perché vederlo: è un ritratto inquietante del XXI° secolo tra perdita della fede e nuovi idoli mondani, tra i fucili degli attentati e i lustrini della musica pop. Con una Natalie Portman sopra le righe.

Leggi anche Venezia 75: Vox Lux – La recensione

  • High Life

Data di uscita: N.D.
Perché vederlo: il film con Robert Pattinson e Juliette Binoche si preannuncia come uno sci-fi filosofico sul senso della vita. Ha già diviso i pareri di critica e spettatori nei festival in cui è stato presentato.

  • Beautiful Boy

Data di uscita: 14 febbraio
Perché vederlo: sebbene il film non abbia convinto la critica, i protagonisti Steve Carell e Timothée Chalamet potrebbero essere dei forti contendenti per i prossimi Oscar.

  • Copia Originale (Can you ever forgive me?)

Data di uscita: 28 febbraio
Perché vederlo: è la storia (vera) di una biografa che, per pagare l’affitto, decide di contraffare le lettere di scrittori e celebrità decedute. Qualcuno lo ha avvicinato a Manhattan e Blue Jasmine, ma senza Woody Allen.

  • Boy Erased

Data di uscita: 14 marzo
Perché vederlo: costretto dai genitori a sottoporsi a una terapia di conversione, Jared dovrà scegliere tra la sua omosessualità e la sua fede cattolica. Con Nicole Kidman, Russell Crowe e il giovane talentuoso Lucas Hedges.

  • The Death and Life of John F. Donovan

Data di uscita: marzo
Perché vederlo: il primo film in lingua inglese del regista prodigio Xavier Dolan ha avuto una lavorazione travagliata e ha già fatto parlare molto di sé al Festival di Toronto, dove è stato presentato.

  • Sorry To Bother You

Data di uscita: N.D.
Perché vederlo: un televenditore dalla scarsa autostima riesce a fare carriera grazie a un inaspettato potere magico, ma deve fare i conti con l’amministratore delegato della compagnia per cui lavora, un odioso cocainomane. La sorpresa del Sundance Film Festival è già stato definito il nuovo Get Out.

  • Destroyer

Data di uscita: N.D.
Perché vederlo: già definito un thriller alla Michael Mann, vede un’irriconoscibile Nicole Kidman interpretare un’agente dell’FBI in cerca di vendetta.

Nicole Kidman in ‘Destroyer’

  • Wildlife

Data di uscita: N.D.
Perché vederlo: il sorprendente esordio alla regia dell’attore Paul Dano è stato apprezzato al Sundance. Nel cast, Carey Mulligan e Jack Gyllenhaal.

Riusciranno questi film promettenti a bissare il successo della scorsa stagione? Non ci resta che attendere i prossimi mesi per scoprirlo.

Precedente Best of 2018: i migliori film dell'anno Successivo Venezia 75: At Eternity's Gate - La recensione