L’edizione numero 22 del Far East Film Festival di Udine si è tenuta online su MyMovies.it dal 26 giugno al 4 luglio 2020. Previsto per aprile-maggio, il Far East Film Festival 22 è stato uno dei molti eventi rimandati a causa della pandemia da Covid-19. Ma gli organizzatori hanno fatto di necessità virtù. Infatti, dalla sua sede storica nella città di Udine, il festival dedicato al cinema dell’estremo oriente si è trasferito sul web, trovando ospitalità sulla piattaforma streaming di MyMovies.

Il Far East Film Festival 22 si è trasformato dunque in un evento digitale, ma ha conservato la sua missione: indagare un territorio, l’Asia, e presentare il meglio delle sue produzioni cinematografiche popolari. Per assaggiare i sapori cinematografici dell’Estremo Oriente, era sufficiente acquistare una delle tre tipologie di accrediti disponibili (Silver Ninja, Golden Samurai o Platinum Shogun) e collegarsi alla rete. In questo modo, il Far East Film Festival 22 si è aperto anche a coloro che fino ad oggi non erano mai riusciti ad essere a Udine, estendendo il bacino del suo pubblico oltre al popolo fareastiano abituale.

Gli organizzatori del Far East Film Festival hanno messo a punto un palinsesto quotidiano, ma hanno lasciato anche la possibilità di scegliere in piena autonomia quando guardare i film, disponibili per la maggior parte on demand. La line-up di questa edizione contava 46 film, di cui 5 in prima mondiale, 10 in prima internazionale, 11 in prima europea e 17 in prima italiana, provenienti da 8 paesi (Cina, Hong Kong, Taiwan, Corea del Sud, Giappone, Filippine, Indonesia e Malesia). Di seguito trovate le minirecensioni dei film che abbiamo visto in qualità di Silver Ninja.

Il bilancio è molto positivo: ci siamo avvicinati a questo festival perché volevamo approfondire la nostra conoscenza della cinematografia orientale contemporanea e, grazie a una selezione variegata e di buona qualità, ci siamo fatti un’idea più definita. Tutto sommato, la scelta degli organizzatori del Far East Film Festival di ripiegare sul web ha reso possibile la nostra partecipazione a questa manifestazione. Quindi, è questo il caso di dirlo, non tutti i mali vengono per nuocere.