Venezia 75: Top e flop della Mostra del Cinema

Con la proclamazione dei vincitori, si è conclusa la 75ª Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. È tempo dunque di tirare le somme di questa settantacinquesima edizione. Per il secondo anno consecutivo, ho partecipato alla Mostra del Cinema di Venezia, il festival cinematografico più antico e prestigioso. Rispetto all’edizione precedente, ho notato un evidente salto di […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: Capri-Revolution – La recensione

Terzo film italiano in concorso alla 75ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Capri-Revolution di Mario Martone è l’ultimo capitolo dell’ideale trilogia composta da Noi credevamo e Il giovane favoloso. Nel 1914, alla vigilia dell’entrata in guerra dell’Italia, un gruppo di artisti e intellettuali nordeuropei trova a Capri il luogo ideale per la propria ricerca […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: Ricordi? – La recensione

Presentato nella sezione Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia, Ricordi? di Valerio Mieli racconta una lunga storia d’amore attraverso i ricordi, più o meno falsati dagli stati d’animo, dal tempo, dalle differenze di punto vista dei protagonisti interpretati da Luca Marinelli e Linda Caridi. Ricordi? racconta il viaggio di due persone negli anni: insieme e divise, […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: The Sisters Brothers – La recensione

In concorso alla 75ª Mostra del Cinema di Venezia e vincitore del Leone d’Argento alla regia, il western dai toni comici The Sisters Brothers è stato accolto molto positivamente anche dalla stampa. The Sisters Brothers racconta la storia dei fratelli assassini Charlie ed Eli Sisters, rispettivamente interpretati da Joaquin Phoenix e John C. Reilly. Questi vengono incaricati di […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: Vox Lux – La recensione

Accoglienza mista al Lido di Venezia per Vox Lux, il film musicale di Brady Corbet con Natalie Portman. Ambientato tra il 1999 e il 2017, Vox Lux ci mostra la deriva dello stile di vita occidentale attraverso la vita della protagonista Celeste, sopravvissuta da adolescente a una strage nella sua scuola e diventata poi una pop star di fama mondiale. Tutto […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: Sunset – La recensione

In concorso alla 75ª Mostra del Cinema di Venezia, il film ungherese Sunset (Napszállta) del premio Oscar László Nemes ha ricevuto un’accoglienza tiepida. Anni Dieci, Budapest. La giovane Irisz Leiter arriva nella capitale ungherese inseguento il sogno di diventare modista nella cappelleria appartenuta ai suoi defunti genitori. Giunta al negozio, tuttavia, viene cacciata dal nuovo proprietario, Oszkár […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: Suspiria – La recensione

Presentato alla 75ª Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, Suspiria di Luca Guadagnino è il remake del celebre horror di Dario Argento del 1977. Diviso in sei atti – più l’epilogo – ambientati nella Berlino del 1977, il film racconta di una prestigiosa scuola di danza travolta da un vortice di oscurità che inghiottirà la direttrice […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: ROMA – La recensione

L’ultima opera di Alfonso Cuarón, Roma, è il film Netflix vincitore del Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia. Ambientato nel quartiere di Città del Messico che dà il titolo al film, Roma è un family drama in bianco e nero che racconta le vicende di una famiglia della media borghesia nei primi anni […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: The Favourite – La recensione

Alla Mostra del Cinema di Venezia è stato presentato in concorso il film in costume di Yorgos Lanthimos, The Favourite. Mentre imperversa la guerra contro la Francia, la fragile e instabile Regina Anna (Olivia Colman) siede sul trono inglese ma il regno è di fatto governato da una persona a lei vicina, l’arrivista Lady Sarah […] Continua a leggere…

 
 

Venezia 75: Sulla mia pelle – La recensione

Presentato nella sezione Orizzonti alla 75ª Mostra del Cinema di Venezia, Sulla mia pelle è un film di denuncia, appartenente a quello che Roberto Rossellini avrebbe chiamato “cinema utile”. Il primo lungometraggio di Alessio Cremonini ripercorre gli ultimi sette giorni di vita di Stefano Cucchi, morto in carcere nel 2009 per le ferite procurategli da […] Continua a leggere…